Opportunità e criticità delle “Norme tecniche per le costruzioni”

OPPORTUNITA’ E CRITICITA’ DELLE NTC – Norme tecniche per le costruzioni. Decreto 17 genn. 2018

Veronafiere, Sala Convegni Legno&Edilizia

Sabato 9 febbraio 2019 – Ore 9.30 – 13.00

nell’ambito della manifestazione Legno&Edilizia

 

Finalità del seminario

Le NTC del 17 genn 2018, aggiornamento del DM del 14 genn. 20018 contengono per il progetto, calcolo ed esecuzione alcune importanti novità, ma anche criticità che i relatori del seminario cercheranno di evidenziare. Gli argomenti riguardano le modalità di calcolo, il riferimento a tabelle Uni-En di difficile applicazione, scarsa attenzione al tema della durabilità e alle regole di buona esecuzione.

Un modulo sarà dedicato alle norme in vigore per il risparmio energetico e confort abitativo

Il seminario è rivolto a progettisti, utilizzatori e produttori del comparto legno strutturale

Le relazioni saranno tenute da docenti e cultori della materia ed esperti del settore

È in atto la richiesta di CFP presso gli ordini e il Collegio

 

Programma

Ore 9.30    Iscrizioni e consegna materiale didattico e promozionale

Ore 10.00 Saluti Autorità

Modera i lavori: Almerico Ribera, giornalista

– Le principali novità e aggiornamenti delle nuove NTC

– Novità per il calcolo e la sicurezza strutturale

– Aggiornamento normativo materiali isolanti per l’edilizia di legno

– Stato dell’arte dei prossimi aggiornamenti normativi per le costruzioni di legno

– Norme Uni-En: da aggiornare profili caratteristici

– Durabilità. Poca attenzione per il tema centrale delle costruzioni di legno

Ore 17.30 Dibattito e chiusura lavori

 

Seminario gratuito.

Filiera Legno 4.0 – cambiamenti in atto nelle costruzioni in legno

Il Seminario Filiera Legno 4.0 a cura di Piemmeti nell’ambito di Legno&Edilizia

Le finalità dell’incontro

Le due parole chiave filiera legno 4.0 sintetizzano e caratterizzano i contenuti di questo seminario organizzato da PMT in collaborazione con gli Ordini professionali degli architetti e ingegneri e Collegio dei Geometri e Percorsi-legno. Dedicato a tutti i professionisti del settore, si terrà presso Veronafiere, nell’ambito di Legno&Edilizia, venerdì 8 febbraio dalle 13.30 alle 18.00.

La filiera del Legno

La prima tematica intende sottolineare che le condizioni per progettare e costruire col legno non possono oggi prescindere dal lungo processo che il legno attraversa. Dal bosco, taglio, esbosco per passare alla riduzione a segati, di tante tipologie e dimensioni, fino ai vari processi di produzione prima di diventare prodotto, componente da mettere in opera come da progetto e modalità esecutive, che vanno conosciute, assecondate, innovate.

4.0 la rivoluzione di informatica e robotica

L’altra parola chiave, “4.0”, vuole sottolineare,  come anche nel comparto legno da costruzione siano in atto cambiamenti epocali propri dell’introduzione della quarta rivoluzione industriale. In sintonia con quanto avviene in altri settori industriali e manifatturieri, la rivoluzione 4.0 è governata dall’informatica e dalla robotizzazione, che stanno radicalmente modificando gli scenari produttivi, il mercato, le modalità progettuali e costruttive.

Gli ambienti di lavoro a controllo numerico

In particolare, il sempre più frequente ricorso ad ambienti di lavoro a controllo numerico sta prefigurando forti trasformazioni di molti step della filiera legno a partire proprio dal progetto, cantiere, esiti costruttivi ed architettonici. Questo nuovo cambio di paradigma modifica, superando l’automazione, anche le nuove tipologie produttive, coinvolgendo i diversi step della filiera.
Si profilano dunque nuovi scenari nel comparto del legno, nuove figure professionali e innovative tecnologie di produzione.

Programma del Seminario Filiera Legno 4.0

  • Ore 13.00 Iscrizioni e consegna materiale didattico e promozionale
  • Ore 13.30 Saluti Autorità
  • Svolgimento delle tematiche:

– Significato e prospettive dell’Industria 4.0. Il comparto legno

– Frontiere teorico-applicative delle macchine cnc per il legno

– Stato dell’arte in settori collaterali (ferramenta, ambienti lavoro, controllo produzione

– Progetto e robotizzazione delle costruzioni di legno

  • Ore 17.30 Dibattito e chiusura lavori

Moderatore: Prof. Arch. Franco Laner

N.B. Il Seminario è a titolo gratuito

Il legno in edilizia e l’edilizia del futuro

Legno&Edilizia e l’edilizia del futuro

Non c’è sofferenza nel segmento dell’edilizia che usa il legno, nonostante le difficoltà che nell’ultimo decennio ha colpito il settore delle costruzioni. Non rappresenta una moda passeggera, ma la risposta salutare, economica ed ecologica all’abitare.

Ne è prova anche la 11^ edizione di Legno&Edilizia, mostra internazionale sull’impiego del legno nell’edilizia in programma dal 7 al 10 febbraio 2019 alla Fiera di Verona che da sempre richiama l’attenzione degli operatori professionali e del grande pubblico sulle novità sull’utilizzo del legno nell’edilizia, evidenziandone le caratteristiche tecniche e di durabilità, di convenienza economica e soprattutto di sostenibilità e sicurezza.

Edilizia 4.0

“L’espressione chiave “edilizia 4.0” – sottolinea l’architetto Franco Laner, dell’Università IUAV di Venezia, uno dei massimi esperti sull’impiego del legno in edilizia che collabora con Legno&Edilizia sin dalla prima edizione – vuole sottolineare come anche nel comparto legno da costruzione siano in atto cambiamenti epocali governati dall’informatica e dalla robotizzazione che stanno radicalmente modificando gli scenari produttivi, il mercato, le modalità progettuali e costruttive. In particolare, il sempre più frequente ricorso ad ambienti di lavoro a controllo numerico sta prefigurando forti trasformazioni di molti step della filiera legno. Dal progetto, al cantiere, agli esiti costruttivi ed architettonici. Proprio nel settore della progettazione ed esecuzione dell’edilizia con il legno la fase 4.0 sta introducendo mentalità ed obiettivi da cui non si potrà prescindere fin d’ora e non è permessa l’attesa.”

Una nuova domanda di interconnessione

“A Legno&Edilizia sono presenti i principali produttori di macchine per la lavorazione a controllo numerico di elementi in legno da carpenteria, sui quali il nostro Paese è da sempre all’avanguardia, come CM Macchine, Essetre, Hundegger, SCM Group, Sarmax  – spiega Raul Barbieri direttore di Piemmeti Spa, società organizzatrice dell’evento – Questo indica l’attualità di questa manifestazione nel contribuire a leggere gli scenari nuovi per tutta la filiera legno. In particolare il cambio di paradigma illustrato dal professor Laner stimola una domanda di interconnessione sconosciuta nel progetto di edilizia.  Tutta la tradizione costruttiva dovrà per forza di cose evolvere.”

Formazione, dibattiti e i nuovi scenari del settore

“Le giornate convegnistiche e formative saranno strettamente connesse con la presentazione merceologica. – aggiunge il Presidente di Piemmeti Ado Rebuli. Essenze, strutture portanti, carpenteria, macchine e utensili, legno da lavoro e semilavorati, case prefabbricate in legno, sistemi di sicurezza, studi di progettazione e software, pareti in legno, pannelli e macchinari da segheria, e molto altro. Nella scorsa edizione i convegni hanno raccolto più di 1.300 iscritti. I seminari e le tavole rotonde saranno mirate ai nuovi ambiti di ricerca e sviluppo, all’aggiornamento professionale. Si prospetteranno nuovi scenari e figure di operatori e protagonisti di cui il nostro Paese è ricco”.

Legno&Edilizia, un’occasione da non mancare

Legno&Edilizia si annuncia per questo un buon motivo per avvicinare addetti ai lavori e utenti finali alle grandi opportunità offerte dal legno, e occasione per i costruttori tradizionali di convertirsi al legno come interessante opportunità di business. Un appuntamento da non mancare, dal 7 al 10 febbraio 2019 a Veronafiere.

I grattacieli di legno: più resistenti di acciaio e cemento, la nuova tendenza degli architetti

dal Corriere della Sera del 20 aprile 2018

Leggi l’articolo.

I grattacieli di legno: più resistenti di acciaio e cemento, la nuova tendenza degli architetti
Wooden skyscrapers (grattacieli in legno) possono raggiungere notevoli altezze grazie alle nuove tecnologie, verso metropoli sempre più green

New York City e Chicago sono state sempre i principali centri di costruzione di grattacieli, già dalla fine dell’ Ottocento a New York sorgono i primi Buildings con l’armatura in ghisa, sono i Cast Iron che si possono vedere ancora oggi nel quartiere di SoHo. Mentre a Chicago, dopo l’incendio del 1871 che aveva distrutto completamente il centro della città, si costruirono grattacieli con ossatura in acciaio, più resistente della ghisa. In quegli anni, la possibilità di impiegare materiali, all’epoca considerati nuovi, come la ghisa, l’acciaio e il vetro offrì ai progettisti prospettive prima impensabili.

Ma se nel Nord America questa nuova tipologia edilizia è stata la conseguenza della massiccia immigrazione che rese necessario pensare a un modello urbano che, in poco spazio, concentrasse edifici numerosi e molto alti, negli anni Settanta il grattacielo è stato eletto a status symbol internazionale della upper class. (clicca sul link iniziale per leggere l’intero articolo)

In 20.500 a Legno&Edilizia (+15%) – Anteprime e novità dal mondo delle costruzioni

Conclusa oggi in Fiera a Verona
In 20.500 a Legno&Edilizia (+15%)
Anteprime e novità dal mondo delle costruzioni

Con 20.500 visitatori, il 15% in più della scorsa edizione del 2015, alla Fiera di Verona si è chiusa oggi la 10^ Legno&Edilizia, mostra internazionale sull’impiego del legno nell’edilizia che dal 9 al 12 febbraio ha visto oltre 2.400 partecipanti ai 5 convegni, 26 seminari, 6 laboratori e 3 incontri con progettisti organizzati in collaborazione con il partner tecnico ARCA di Trento e col prof. Franco Laner dello IUAV, uno dei massimi esperti italiani delle costruzioni in legno: incontri che hanno messo a confronto le esperienze di docenti di primo piano come Felice Ragazzo professore a contratto di Disegno Industriale alla Sapienza di Roma ed Enzo Siviero preside dell’Università telematica eCampus.

“A professionisti del settore e privati l’esposizione merceologica su 25.000 mq curata da 153 aziende di 13 Paesi (Austria, Belgio, Croazia, Germania, Grecia, Hong Kong, Irlanda, Italia, Norvegia, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Svizzera) ha permesso di avvicinare le più interessanti novità del mercato mondiale, anche perché tra gli espositori c’era il gotha della produzione suddivisa nei macro settori infissi, tetti e coperture, pavimenti cui si è aggiunta la speciale iniziativa Riscaldamento a legna e pellet – spiega il direttore Piemmeti SpA Raul Barbieri ”.

“Grande la soddisfazione espressa dalle aziende per i contatti presi in questa edizione, prova della vitalità del settore delle costruzioni edili in legno cresciuto con oltre 3.000 nuovi edifici nel 2014 – commenta Ado Rebuli presidente Piemmeti SpA – tale da proiettare l’Italia al quarto posto in Europa tra i produttori di case prefabbricate in legno (8,4% del mercato dopo Germania, Gran Bretagna e Svezia) con un valore economico di 658 milioni di euro per il solo residenziale. Un segnale che indica come il legno sia sempre più preferito dagli italiani per le sue caratteristiche di salubrità, comfort, sicurezza e sostenibilità”.

“La grande affluenza in Fiera di progettisti e privati anche dal centro sud Italia – dice Matteo Mores responsabile ARCA – genera buone aspettative per il business dei prossimi mesi”.

Tra gli espositori anche la Scuola italiana di carpenteria del legno del Centro di formazione professionale Enaip di Tione (Tn) i cui studenti hanno effettuato dimostrazioni pratiche e presentato ufficialmente il Prototipo di modulo abitativo per emergenze. A proposito di anteprime il gruppo di esperti che in novembre ha dato vita al Gruppo Qualità Legno ne ha presentato il Manifesto, mentre Potito Pedone direttore tecnico della Woodsystem International srl di Moncalieri (To) ha illustrato il suo innovativo sistema di connessioni P-Lam per pareti in legno.

La decima edizione è stata anche occasione per dare un riconoscimento agli espositori presenti fin dal primo momento: Adveco di Brescia, l’austriaca Binderholz, le tedesche Dietrich’s e Hans Hundegger, l’Istituto Lazzeri Zennari di Vicenza e la rivista Il Legno.

Info www.legnoeedilizia.com

Scuola di carpenteria del legno, Tione di Trento – insegniamo il legno per costruire il futuro

La “SCUOLA DI CARPENTERIA DEL LEGNO” è il primo corso in Italia di carpenteria del legno, promosso da ENAIP Trentino e dalla Provincia Autonoma di Trento presso il Centro di Formazione professionale di Tione di Trento.

Sono attivi i corsi di:

– operatore edile – carpenteria del legno (qualifica professionale di durata triennale)

scienze del legno, principi di statica, disegno tecnico digitale (Dietrich’s), fisica edile, trigonometria, tracciatura, taglio a mano, assemblaggio

– tecnico edile di carpenteria del legno (diploma quarto anno)

connessioni, edifici in legno, logistica e gestione del cantiere, contabilità, patentino ponteggiature, corso sollevamento carichi, certificazione linguistica

Aziende partner: Dietrich’s, Legnocase+, Ille, Carp.Ferrari, Ciara Legnami, Carp. Failoni, Carp. Gottardi, Carp. Mosca, Carp. Locatelli

Aziende sponsor: Illen, Segheria Lombardi, Rothoblass, Bauexpert, Riwega, Monier, Fermacell, Velux, Xlam Dolomiti

Partner Istituzionali: ARCA, Ass. Artigiani TN, Ass. Industriali TN, PAT BIM del Chiese, BIM del Sarca.

Scuola di Carpenteria del Legno – Centro di Formazione Professionale

Via Durone 57 – 38079 Tione di Trento

Tel. 0465/321316; Fax 0465/322091

cfp.tione@enaip.tn.it

www.enaiptrentino.it

Presentata alla stampa la 10° edizione di Legno&Edilizia

Verona 7 febbraio 2017

A Verona la 10^ edizione di Legno&Edilizia

L’unica mostra del settore in Italia

Usare il legno conviene

Costruire edifici in legno conviene: per salubrità, comfort, sicurezza e sostenibilità. Lo dimostra l’edilizia che vede il legno sempre più protagonista, con l’Italia quarto produttore europeo di edifici prefabbricati in legno (8,4% del mercato dopo Germania, Gran Bretagna e Svezia) per un valore di 658 milioni di euro per il solo residenziale in legno realizzato da noi nel 2014.

Il legno è attore primario anche sulla scena fieristica: da giovedì 9 a domenica 12 febbraio alla Fiera di Verona si alza il sipario sulla 10^ edizione di Legno&Edilizia Mostra internazionale sull’impiego del legno nell’edilizia, che mette in luce il completo panorama di prodotti, macchinari, sistemi e competenze per gli operatori del settore.

Presentando stamane in Fiera la manifestazione leader del settore in Italia, Ado Rebuli presidente della società organizzatrice Piemmeti SpA, ha annunciato un forte ampliamento espositivo: due padiglioni per 25.000 mq complessivi saranno a disposizione di 153 produttori, importatori, esportatori, un terzo dei quali proveniente da Austria, Belgio, Croazia, Germania, Grecia, Hong Kong, Irlanda, Norvegia, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Svizzera.

Maurizio Danese presidente di Veronafiere ha sottolineato che la rassegna rappresenta una realtà in cui  la Spa di Viale del Lavoro crede e sta investendo attraverso la propria controllata Piemmeti, storica organizzatrice della manifestazione, anche grazie al piano industriale di sviluppo di 94 milioni di euro che ha, tra gli obiettivi qualificanti, quello di implementare ancora di più il ruolo di Veronafiere quale hub di promozione internazionale dei settori di riferimento.Tra le novità rivolte agli operatori del settore, ma anche al pubblico che potrà accedere alla Fiera previa registrazione, il direttore di Piemmeti Spa Raul Barbieri ha ricordato la specializzazione nei macro settori infissi, tetti e coperture, pavimenti e la speciale iniziativa Riscaldamento a legna e pellet che vuol far conoscere i vantaggi in termini di efficienza ed economicità dell’impiego di sistemi di riscaldamento a biomassa.

Legno&Edilizia sarà vetrina per aziende di primaria importanza a livello mondiale, tra cui i principali produttori di macchine per la lavorazione di elementi in legno da carpenteria, come CM Macchine, Essetre, Hundegger, SCM Group, Sarmax. Assieme a loro in Fiera esporranno costruttori, progettisti e commercianti dell’intera filiera, facendo di Verona il centro europeo dove trovare la più completa merceologia del comparto disponibile a livello internazionale.

Strettamente connesse con la presentazione merceologica (essenze, strutture portanti, carpenteria, macchine e utensili, legno da lavoro e semilavorati, case prefabbricate in legno, sistemi di sicurezza, studi di progettazione e software, pareti in legno, pannelli e macchinari da segheria) saranno le giornate convegnistiche – oltre 1.300 iscritti – organizzate in partnership con ARCA, primo sistema di certificazione per edifici con struttura portante in legno (emanazione della Provincia Autonoma di Trento). Come ha spiegato Matteo Mores di ARCA, cinque convegni, 26 seminari, 6 laboratori e 3 incontri con progettisti saranno motivo di aggiornamento professionale per produttori, designer e commercianti. Tra gli incontri di spicco ci sarà il tavolo tecnico del 10 febbraio (ore 15,30) sul Battesimo del sistema P-LAM in cui Potito Pedone direttore tecnico di Woodsystem International srl (To) presenterà in anteprima i risultati dei suoi ventennali studi che gli hanno fatto realizzare il sistema di connessione P-LAM per rendere gli edifici multipiano in X-LAM resistenti ai terremoti: una rivoluzionaria novità consistente nell’impiego di pannelli in legno lamellare a strati paralleli, utilizzabile anche per grattacieli in calcestruzzo. Molto atteso anche il convegno di venerdì 10 febbraio (ore 10) su Legno&Ponti: giornata di studio con gli interventi degli ingegneri Enzo Siviero (IUAV di Venezia), Lucio Bonafede (docente eCampus), Luca Frutaz (Chenevier, Aosta), Antonio Pantuso (IUAV di Venezia), dell’architetto Franco Laner (IUAV di Venezia) e del direttore generale HDG Alberto Bacchini, che faranno il punto sullo stato dell’arte del settore, analizzando le modalità di verifica dell’esito costruttivo, i margini di progettualità e gli ambiti di ricerca di nuove applicazioni.

Organizzate da Piemmeti SpA assieme ai partner scientifici Enaip Trentino – Scuola di Carpenteria del legno, Green Building Council Italia, Pan European Forest Certification Council Italia, CNR Ivalsa, le giornate di studio propongono convegni al padiglione 11, seminari nelle arene dei padiglioni 11 e 12 e laboratori organizzati dalla Scuola SFP Enaip di Tione di Trento nel proprio spazio espositivo (padiglione 12).

Mentre seminari e laboratori avranno per oggetto comfort abitativo degli edifici in legno e loro durabilità, prestazioni tecniche, sostenibilità e filiera, i convegni tratteranno anche questi temi: giovedì 9 febbraio (ore 10) Una nuova sfida per l’Italia: industrializzazione 4.0 a cura di ARCA; il 9 febbraio (ore 15) convegno ANCE Verona; sabato 11 febbraio (ore 9,30) Stato dell’arte delle costruzioni in legnoorganizzato da Gruppo Qualità Legno, neonata formazione di architetti e ingegneri che nella prima presentazione pubblica illustrerà il suo “manifesto” sul buon costruire col legno e affronterà gli aspetti della durabilità e manutenzione, comfort abitativo e risparmio energetico, resistenza a sisma e vento, certificazione e accettazione, frontiere applicative col legno. Sabato alle ore 14,30 Comfort abitativo e qualità indoor a cura di ARCA.

Il prof. Franco Laner ha infine ricordato che l’integrazione legno- mattoni (o cemento) è importante e che Legno&Edilizia punta molto sulla formazione e sui giovani: “Perché è fondamentale non pensare solo al prodotto finale, ma anche a produrre valori e cultura”.

 

foto e loghi al sito www.legnoeedilizia.com

Piemmeti SpA – Via S. Marco 11/c – Padova

Tel. 0498753730 – mg.benacchio@piemmetispa.com

Scm Group presente a Legno&Edilizia 2017 con due centri di lavoro di assoluta eccellenza

Scm Group sarà presente a Legno&Edilizia 2017 con due centri di lavoro di assoluta eccellenza

Padiglione 12 – Stand C12

 

Scm Group, leader mondiale nella produzione di macchine e impianti per la lavorazione del legno, partecipa a Legno&Edilizia, l’unica fiera in Italia dedicata all’impiego del legno in edilizia, dal 9 al 12 Febbraio a Verona.

L’utilizzo del legno nel settore edile è in forte crescita, grazie alle qualità di un prodotto naturale, antisismico, ignifugo, salubre, ecologicamente sostenibile e capace di trasmettere una sensazione di comfort superiore rispetto ad altri materiali. Scm Group è entrata dieci anni fa in questo settore e lo ha fatto da protagonista.

Legno&Edilizia, Scm Group sarà presente con due centri di lavoro di assoluta eccellenza, Routech Oikos e Scm Accord 50 fx. Una scelta dettata dalla volontà di ribadire il ruolo di partner ad altissimo livello per le imprese impegnate in questo settore.

Routech Oikos è un centro di lavoro a sei assi per travi strutturali e moduli parete, già utilizzato con grande soddisfazione da primarie aziende del settore come Binderholz Bausysteme Unternberg (in Austria), best wood SCHNEIDER (in Germania), Vibrobloc (in Italia) e Les Charpentiers des Alpes et Provence (in Francia). Nel caso di Vibrobloc la scelta di puntare su Routech Oikos è arrivata dopo averlo visto in utilizzo con estrema soddisfazione presso ditte concorrenti.

Routech Oikos garantisce la massima flessibilità grazie all’innovativa struttura con architettura a sei assi, che permette la lavorazione su tutte le facce senza ribaltare i pezzi. Elevata la precisione per la realizzazione di travi e pareti che non hanno bisogno di ulteriori aggiustamenti in cantiere. La semplicità di utilizzo è garantita dall’adozione del software QuickLink che si integra con i più diffusi CAD di progettazione. Grazie all’assenza di settaggi e al cambio utensili veloce, Routech Oikos permette una produttività senza compromessi.

Scm Accord 50 fx è un centro di lavoro a controllo numerico a 5 assi, con piano fisso e portale mobile che permette di lavorare pezzi fino a 500 mm di altezza, con una qualità di finitura ineguagliabile.

Lanciato sul mercato meno di un anno fa, Scm Accord 50 fx è stato concepito per la lavorazione di oggetti di forma complessa e di ampie dimensioni. Scm Group ha scelto di presentarlo a Legno&Edilizia  perché grazie alla sua innovativa architettura può soddisfare molteplici esigenze di lavorazione. Accord 50 fx è equipaggiato con un piano di lavoro multifunzione di 6170×2120 mm. Il caratteristico piano multifunzione Scm è sinonimo di tecnologia affidabile: il sistema di vuoto integrato diretto e le particolari scanalature a T consentono un bloccaggio ottimale di qualunque pezzo.

A queste straordinarie caratteristiche vanno sommate la massima accessibilità all’area di lavoro in totale sicurezza.

 

Appuntamento con Scm Group a Legno&Edilizia, Verona, dal 9 al 12 Febbraio 2017

Padiglione 12 – Stand C12

 

Le immagini in alta risoluzione sono disponibili al seguente link:

www.scmgroup.com/press/legnoedilizia

 

Febbraio 2017

Press Office 

Franco Fregni – press@scmgroup.com – tel. +39 340 5000843


Communications – SCM Group
Gian Luca Fariselli – gianluca.fariselli@scmgroup.com – tel. +39 0541 700157

Riscaldare a legna e pellet

Iniziativa speciale “Riscaldamento a legna e pellet” nell’ambito di Legno&Edilizia

Piemmeti spa, organizzatore di Legno&Edilizia, grazie all’esperienza maturata con Progetto Fuoco, Italia Legno Energia e alla collaborazione con AIEL, propone questa nuova iniziativa per fare conoscere al mondo dell’edilizia in legno i vantaggi di efficienza e di economicità dell’impiego di sistemi di riscaldamento a biomassa.

“Scegliere il legno conviene”: per economicità, salubrità, comfort, sicurezza e bellezza.

Le ditte presenti:

Pfeifer, Herz, Okofen, Ravelli, Binderholz, P System, Latiesse, Novapellet, Austrian Pellet, Pirazzo, Tubest, Brugg Pipe System, Firelux, Pelletemilia, Ecoforest.

 

Sabato 11 febbraio ore 10.30

“Moderni e performanti impianti a legna e pellet integrati ad altre rinnovabili in edifici a basso consumo: corretta progettazione e sistemi incentivanti” 

– clicca per leggere il programma –

Convegno a cura di AIEL 

Per preregistrarsi clicca qui 

La Piazza legnoarchitettura | Edicom Edizioni

Quest’anno la rivista legnoarchitettura | EdicomEdizioni curerà nell’ambito di LEGNO&EDILIZIA, la Piazza legnoarchitettura, in occasione della quale saranno organizzati una serie di incontri con i progettisti che avranno come tema l’utilizzo del legno in architettura. Gli incontri, che si svilupperanno sotto forma di conversazioni e di interviste, vedranno la partecipazione di progettisti che condivideranno la loro esperienza nel progettare con il legno assieme ai colleghi presenti e ai lettori della rivista.

Il primo appuntamento si svolgerà nella mattinata di venerdì 10 febbraio e focalizzerà l’attenzione sull’uso del legno nelle strutture ricettive e turistiche, a cui farà seguito nel pomeriggio un approfondimento sull’impiego del legno nel recupero degli edifici residenziali nel centro delle città.

L’iniziativa si connoterà anche per la presenza di una Mostra multimediale di progetti di edifici con struttura portante in legno scelti fra i migliori esempi pubblicati sulla rivista e provenienti da tutto il mondo.

Interverranno:

arch. Paolo De Martin, Studio De Martin
arch. Marcello LubianStudio Lubian Architettura
arch. Marco ContiniStudio Contini