21.000 visitatori a Legno&Edilizia nel cuore della Bioedilizia

Legno&Edilizia ed EcoHouse: un’abbinata vincente

Si è chiusa con buon esito alla Fiera di Verona Legno&Edilizia, 11^ Edizione della mostra internazionale sull’impiego del legno in edilizia. Sono stati 21.000 i visitatori nei quattro giorni della biennale. Quest’anno la manifestazione ha registrato un lieve incremento grazie alla compresenza della prima edizione di EcoHouse, esposizione di materiali e tecnologie per la sostenibilità e il risparmio energetico nell’edilizia. “Siamo soddisfatti dell’interesse dimostrato dal pubblico costituito in gran parte da operatori professionali – commenta Ado Rebuli presidente della società Piemmeti, controllata di Veronafiere e organizzatrice dell’evento – Interesse riscontrato anche dagli espositori che hanno avuto significativi contatti commerciali. Seppure con i naturali limiti di ogni prima edizione, EcoHouse si è rivelato un ottimo abbinamento alla consolidata manifestazione internazionale, al punto che intendiamo proseguire in questa direzione facendolo diventare un appuntamento fisso della biennale”.

Verona, l’HUB della Bioedilizia

Legno&Edilizia, punto di riferimento del settore per l’Italia, certifica ormai da anni la sede di Verona come centro ideale dove riunire un comparto tanto innovativo qual è la Bioedilizia, presente nel triangolo Lombardia, Trentino Alto Adige e Veneto col 53% delle unità produttive italiane del settore (21% in Lombardia, 17% nel Trentino Alto Adige e 15% nel Veneto) da cui dipende il 70% del fatturato nazionale del comparto (46% per il Trentino, 15% per la Lombardia e 9% per il Veneto). Sui 25.000 mq di due padiglioni le 180 aziende espositrici di Legno&Edilizia hanno portato le ultime tecnologie in fatto di macchine e impianti per la lavorazione del legno, case prefabbricate, tetti, pareti, pavimenti, essenze di pregio, segherie, studi di progettazione, materiali e accessori, a cui si sono unite le proposte di imprese operanti nel campo della sostenibilità energetica, della Domotica e delle energie rinnovabili. “Abbiamo riunito il gotha dell’industria di settore – precisa con soddisfazione Raul Barbieri direttore di Piemmeti – che non vuole mai mancare a questo importante incontro tra domanda e offerta nel Paese leader dell’industria delle macchine per la lavorazione del legno”.

Dei patrocini importanti per Legno&Edilizia ed EcoHouse

Per gli elevati contenuti qualitativi e innovativi della manifestazione, Legno&Edilizia ed EcoHouse hanno contato sul patrocinio di organismi come ENEA, Kyoto Club, Coordinamento FREE, AIEL, Legambiente, FIRE, Assocosma, Anfus, Italia Solare, presenti assieme ad Università, aziende, professionisti e riviste specializzate, anche negli oltre 60 tra convegni, seminari e incontri tecnici che hanno caratterizzato il carnet convegnistica dei quattro giorni fieristici. Direttiva per l’efficienza in edilizia, aziende certificate PEFC, corso per carpentieri, digitalizzazione per l’edilizia sostenibile, riqualificazione energetica degli edifici, Smart building, sono alcuni degli argomenti trattati.

Attività in fiera per tutti i target

Oltre ad approfondire le tematiche del settore i visitatori hanno avuto modo di ottenere consulenze gratuite, assistere a dimostrazioni pratiche di robot industriali e di studenti – carpentieri della prima Scuola italiana di carpenteria del legno di Tione (Tn) presente anche con un Prototipo Abitativo per Emergenze di livello CasaClima classe B realizzato d’intesa con la Protezione Civile Trentina. Nello spazio de La fattoria del legno una fattoria didattica vicentina ha avvicinato i bambini al mondo del legno e anticipato la nascita del Museo del Vaia all’interno di una baita che a fine febbraio sarà realizzata a Caltrano con i tronchi abbattuti dal ciclone Vaia del 29 ottobre 2018. Legambiente è intervenuta con la sua mostra itinerante di 33 diversi materiali innovativi per l’edilizia eco-sostenibile, naturali o provenienti da riciclo.

FOTO: dopo averle scelte dal sito (in STAMPA- GALLERY) si possono richiedere in più alta soluzione.
VIDEO: estratti su media.filmand.it utente: legnoedilizia2019 password: stampa

EcoHouse – Legno&Edilizia
Piemmeti
Contatti Stampa E-mail: pressoffice@veronafiere.it
Roberto Brumat 347 3020664 Twitter: @pressVRfiere
E-mail: mail@robertobrumat.it

Info: Piemmeti SpA
049-8753730; 347-7418606
info@ecohousexpo.com
Servizio stampa Veronafiere
Tel. +39 045 8298019 Tel. +39 045 829 8242/8223/8210

Retail Facility Management: superfici commerciali più efficienti, business più competitivi

Venerdì 8 febbraio, ore 15.00 – Sala Workshop, padiglione 12
A cura di Largo Consumo

Obiettivo del dibattito è sollevare una riflessione sul vantaggio competitivo dell’efficientamento tecnico-edilizio nei mall non solo come risparmio, ma anche come miglioramento della customer experience degli ambienti commerciali e ritorno positivo sull’immagine stessa del centro.

Relatori:
Davide Rainone, Responsabile Tecnico di ECE Projektmanagement, per il Centro Commerciale Adigeo di Verona
Roberto Marini, Head of Technical Department di Ceetrus Italy

Moderatore:
Armando Garosci, Largo Consumo

Pre-registrati e scarica il biglietto d’ingresso

ANFUS a Legno&Edilizia

ANFUS è l’associazione nazionale fumisti e spazzacamini.

Ecco il programma delle attività di ANFUS durante EcoHouse

Giovedì 7 febbraio 10.30 – 13.30 – Arena 12, padiglione 12
1) Le buone pratiche
a. Gianfranco Borsatti – presidente Anfus – Il ruolo dei fumisti e degli spazzacamini nella filiera del legno – L’abilitazione degli spazzacamini.
b. Sandro Bani – direttore scuola Anfus – L’ambiente e le buone pratiche.
c. Marco Baccolo – produttore – La ricerca tecnologica
d. Massimo Pistolesi – fumista – La progettazione di un impianto fumario domestico, dal fabbisogno energetico alle esigenze della famiglia
e. Dino Sahman – spazzacamino – La necessità della manutenzione. Efficienza e sicurezza.
f. Domande e dibattito.

Sabato 9 febbraio 14.00 – 17.00 – Arena 12, padiglione 12
2) La nuova età del legno.
a. Gianfranco Borsatti – presidente Anfus – Introduzione, il bosco è il polmone del pianeta, l’educazione energetica.
b. Stefania Annovazzi – architetto – Abitare naturale: la casa passiva per ridurre i consumi e aumentare il comfort.
c. Gianmarco Pinchetti – ingegnere termotecnico – L’involucro: progettare oggi case a basso consumo.
d. Carlo Micheletti – ingegnere – Costruire naturale; Strawbal House.
e. Sandro Bani – direttore scuola professionale per fumisti e spazzacamini – Coniugare sicurezza, efficienza, sostenibilità.
f. Piero Bonello – avvocato e coordinatore CTI – Cosa chiede l’Europa: il compito del normatore
g. Domande e dibattito

Domenica 10 febbraio 10.30 – 13.00 – Arena 12, padiglione 12
3) I temi ambientali si affrontano con la professionalità diffusa.
a. Gianfranco Borsatti – presidente Anfus – Introduzione, il bosco è il polmone del pianeta, l’educazione energetica.
b. Gianluca Collini – Aggiornamento e formazione in Italia – Esempi concreti di conoscenze necessarie per operare
c. Mauro Granata – ingegnere – La sicurezza in quota
d. Michele Fenzini – progettista – dimensionamento del camino
e. Sandro Bani – La scuola professionale per fumisti e spazzacamini: il percorso triennale, le 16 ore di aggiornamento, i corsi aziendali e formazione sul territorio
f. Domande e dibattito

 

Pre-registrati e scarica il biglietto d’ingresso

Direttiva 2018/844/EU e politiche innovative per l’efficienza energetica in edilizia

Direttiva 2018/844/EU e politiche innovative per l’efficienza energetica in edilizia

Giovedì 7 febbraio, ore 9.30 – Sala Convegni, padiglione 12

Programma:

  • Ore 9.30 – Saluti
    Claudia Canevari, Direzione Generale Energia, Commissione Europea (video)
    Maurizio Danese, Presidente Veronafiere
  • Ore 9.45 – Le novità introdotte dalla Direttiva 2018/844/EU
    Livio de Santoli, Prorettore alle Politiche Energetiche, Università La Sapienza, Roma
  • Ore 10.00 – Stato dell’arte e prospettive dell’efficientamento energetico nell’edilizia
    Federico Testa, Presidente Enea
  • Ore 10.20 – Il ruolo della digitalizzazione nell’edilizia
    Antonello Rizzi, Università La Sapienza, Roma
  • Ore 10.40 – Federica Brancaccio, Presidente FEDERCOSTRUZIONI
  • Ore 11.00 – La posizione delle associazioni di categoria: interventi di ANCE, AICARR, Assistal, Federesco, Green Building Council Italia, Italia Solare
  • Ore 12.00 – Tavola rotonda coordinata da G.B. Zorzoli, FREE, con la partecipazione di: Barbara Saltamartini, Presidente X Commissione Camera, Gianni Girotto, Presidente X Commissione Senato, membro Collegio ARERA, Roberto Moneta AD del GSE, Monica Frassoni, Presidente EU-ASE, Gianluca Benamati (Vice Presidente della X Commissione Camera), Sestino Giacomoni (Vice Presidente della VI Commissione della Camera)
  • Ore 12.50 – Conclusioni
    Davide Crippa, sottosegretario MiSE

 

A cura del Coordinamento Free
Moderatore: GB Zorzoli
È confermata la presenza del Sottosegretario di Stato On. Davide Crippa.

Si prega di confermare la propria partecipazione scrivendo a info@free-energia.it

 

Pre-registrati e scarica il biglietto d’ingresso

Legno&Edilizia apre a rinnovabili ed edilizia eco sostenibile con EcoHouse

L’11^ biennale internazionale Legno&Edilizia cresce con EcoHouse

Quando il legno parla con edilizia e sostenibilità

L’uragano che a fine ottobre ha lacerato il Bellunese abbattendo migliaia di alberi d’alto fusto, ha portato in primo piano il soggetto foresta e il legno come risorsa. Il Centro Consorzi, la Scuola del legno e il Consorzio artigiano tutela ambiente della provincia di Belluno in questi giorni hanno proposto a livello nazionale un gemellaggio con l’Altopiano di Asiago e con le regioni del Centro Italia colpite dal terremoto. E’ stato presentato un progetto per ricostruire con gli alberi abbattuti le case distrutte dal sisma. Come sottolineano i firmatari del progetto, il piano ha anche l’obiettivo di aumentare le competenze di chi costruisce edifici in legno: tendenza in crescita negli ultimi anni, e non solo nelle regioni alpine, e che avrà spazio non solo nell’ambito di Legno&Edilizia, ma anche di EcoHouse, la rassegna sull’edilizia eco sostenibile che si svolgerà in contemporanea.

Tante ottime ragioni per costruire con il legno

Le case in legno si rivelano sempre più apprezzate. La capacità di isolamento termo- acustico, la risposta alle sollecitazioni telluriche, la sostenibilità della materia viva, le rendono dei campioni di salubrità e comfort. Lo ricordano Ado Rebuli e Raul Barbieri, presidente e direttore di Piemmeti SpA. La società, su questi temi, organizza con cadenza biennale proprio Legno&Edilizia, mostra internazionale specializzata nell’impiego del legno per le costruzioni di edifici e strutture. “All’11^ edizione di Legno&Edilizia prevista alla Fiera di Verona dal 7 al 10 febbraio 2019 – dice Rebuli – sono attesi 30.000 operatori professionali, dal momento che l’evento è l’unico del suo genere in Italia e richiama tanto operatori dell’artigianato e dell’industria quanto progettisti, studi professionali, carpentieri”.

Un’offerta merceologica senza pari

“Una grande attenzione al tema espressa con l’offerta merceologica di 250 espositori su 25.000 mq e con 70 tra incontri, convegni e seminari – prosegue Barbieri – per i quali contiamo sulla collaborazione di AIEL, ANCE, Anfus, ARCA (Provincia di Trento), Coordinamento Free, il professor Franco Laner (massimo esperto del legno lamellare e già ordinario di Tecnologia del legno allo IUAV di Venezia), Istituto di Tecnologia del legno Lazzari – Zenari, Italia Solare, Legambiente, Network Casa Clima, Percorsi Legno, Scuola SFP Enaip di Tione di Trento; e sui patrocini di Coordinamento Free, ENEA, Italia Solare, Kyoto Club, Legambiente. Ma una grande novità la porterà anche l’allestimento di EcoHouse. Il nuovo evento presenterà materiali e tecnologie per la sostenibilità e il risparmio energetico in edilizia”.

Verso un’edilizia non energivora grazie ad EcoHouse

EcoHouse si rivolge a progettisti, imprenditori edili, installatori e a quanti si occupano professionalmente di ristrutturazioni, costruzioni, efficientamento energetico. La manifestazione propone specifiche proposte in materia di edilizia eco sostenibile, energie rinnovabili, comfort ambientale e domotica. Geotermia, solare termico, biomasse sono i vettori che devono condurre le nostre città verso un’edilizia non più energivora, spiega Ado Rebuli; per questo i contenuti espositivi dell’imminente mostra Legno&Edilizia- EcoHouse si accrescono con la presenza di laboratori, dimostrazioni e giornate di approfondimento, precisa Raul Barbieri.

L’ingresso è libero previa registrazione (anche online). Orario continuato 9-18.

Opportunità e criticità delle nuove “Norme tecniche per le costruzioni”

Sabato 9 febbraio, ore 9.00 – 13.30 – Sala Convegni, padiglione 12

nell’ambito della manifestazione Legno&Edilizia

 

OPPORTUNITA’ E CRITICITA’ DELLE NUOVE NTC – Norme tecniche per le costruzioni. Decreto 17 genn. 2018

Finalità del seminario

Le NTC del 17 gennaio 2018, aggiornamento del DM del 14 genn. 2008 contengono per il progetto, calcolo ed esecuzione alcune importanti novità, ma anche criticità che i relatori del seminario cercheranno di evidenziare. Gli argomenti riguardano le modalità di calcolo, il riferimento a tabelle Uni-En di difficile applicazione, relativa attenzione al tema della durabilità e alle regole di buona esecuzione.
Un modulo sarà dedicato alle norme in vigore per il risparmio energetico e confort abitativo.
Il seminario è rivolto a progettisti, utilizzatori e produttori del comparto legno strutturale.
Le relazioni saranno tenute da docenti universitari, cultori della materia ed esperti del settore.

Programma

Ore 9.00 Registrazione partecipanti

Ore 9.30 Saluti Autorità

Introduzione e coordinamento: Prof. Arch. Franco Laner

Modulo 1

Le principali novità e aggiornamenti delle nuove NTC.
Novità per il calcolo di verifica per la sicurezza strutturale.
Ing. Antonio Pantuso, professore a contratto di Meccanica strutturale, Iuav di Venezia
Ing. Silvia Ientile, H&A Marghera

Modulo 2
Aggiornamenti normativi dei materiali isolanti per l’edilizia di legno.
Nuovi concetti di prodotto.
Arch. Eddy Tiozzo, consulente Celenit

Modulo 3
Durabilità. Poca attenzione per il tema centrale delle costruzioni di legno.
Norme Uni-En. Tabelle 338 da rivedere.
Solai misti di legno calcestruzzo in Zona Sismica

Prof. Arch. Franco Laner

Soluzioni per connessioni del legno.
Emanuele Gatti, Soltech srl (Pesaro)

Modulo 4
Attenzioni progettuali per aumentare l’attesa di vita delle costruzioni di legno.
L’insegnamento degli insuccessi.
Ing. Alex Merotto, libero professionista e cultore della materia

Ore 13.00 Dibattito e chiusura lavori

Seminario gratuito

Clicca qui per scaricare il modulo d’iscrizione

Scarica qui il programma

Pre-registrati e scarica il biglietto d’ingresso

Filiera Legno 4.0 – cambiamenti in atto nelle costruzioni in legno

Venerdì 8 febbraio, ore 13.30 – Sala Convegni, padiglione 12
A cura del Prof. Franco Laner. Organizzato da Piemmeti e Percorsi-legno, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Verona e l’Ordine degli Architetti di Verona

Filiera Legno 4.0 – cambiamenti in atto nelle costruzioni in legno

Le finalità dell’incontro

Le due parole chiave filiera legno e 4.0 sintetizzano e caratterizzano i contenuti di questo Convegno coorganizzato dagli Ordini degli Ingegneri e degli Architetti, con Piemmeti e Percorsi-legno. Dedicato a tutti i professionisti del settore, si terrà presso Veronafiere, nell’ambito di Legno&Edilizia, venerdì 8 febbraio dalle 13.30 alle 18.00.

La filiera del legno

La prima tematica intende sottolineare che le condizioni per progettare e costruire col legno non possono oggi prescindere dal lungo processo che il legno attraversa, dal bosco, taglio, esbosco per passare alla riduzione a segati, di tante tipologie e dimensioni, fino ai vari processi di produzione prima di diventare prodotto o componente da mettere in opera come da progetto e modalità esecutive, che vanno conosciute, assecondate, innovate.

4.0 la rivoluzione di informatica e robotica

L’altra parola chiave, “4.0”, vuole sottolineare, in sintonia con quanto avviene in altri settori industriali e manifatturieri, come anche nel comparto legno da costruzione siano in atto cambiamenti epocali propri dell’introduzione della quarta rivoluzione industriale, governata dall’informatica e dalla robotizzazione, che stanno radicalmente modificando gli scenari produttivi, il mercato, le modalità progettuali e costruttive.

Gli ambienti di lavoro e controllo numerico

In particolare, il sempre più frequente ricorso ad ambienti di lavoro a controllo numerico sta prefigurando forti trasformazioni di molti step della filiera legno a partire proprio dal progetto, cantiere, esiti costruttivi ed architettonici. Questo nuovo cambio di paradigma modifica, superando l’automazione (3.0), non solo le tradizionali tecnologie produttive, bensì prodotti e sistemi, allargando l’interesse a nuove specie legnose, ora ferme alla monocultura dell’abete rosso.
Si profilano dunque nuovi scenari nel comparto del legno, nuove figure professionali e innovative tecnologie di produzione.

Le relazioni saranno tenute da docenti universitari ed esperti dell’Industria 4.0.

Programma del Seminario Filiera Legno 4.0

Ore 13.00 Iscrizioni e registrazione iscritti

Ore 13.30 Saluti Autorità

Coordina i lavori: Prof. Arch. Franco Laner

Modulo 1
Il mutamento degli stili di pensiero nel passaggio dalla terza alla quarta rivoluzione industriale.
Prof. Silvano Tagliagambe, professore emerito di filosofia della scienza

Modulo 2
Quarta rivoluzione industriale: interpretazioni tecniche per il legno.
Prof. Felice Ragazzo, docente Università La Sapienza

Modulo 3
Stato dell’arte della robotizzazione in settori collaterali (ambiente lavoro, controllo produzione)
(Relatore Franco Laner ed esperti industrie cnc)

Modulo 4
Progetto e cnc nel comparto legno e nella filiera
Arch. Franco Laner, professore ordinario di tecnologia dell’architettura all’Iuav di Venezia

Ore 17.30 Dibattito e chiusura lavori

N.B. Il convegno è a titolo gratuito

Clicca qui per scaricare il modulo d’iscrizione

Scarica qui il programma

Pre-registrati e scarica il biglietto d’ingresso

Il legno in edilizia e l’edilizia del futuro

Legno&Edilizia e l’edilizia del futuro

Non c’è sofferenza nel segmento dell’edilizia che usa il legno, nonostante le difficoltà che nell’ultimo decennio ha colpito il settore delle costruzioni. Non rappresenta una moda passeggera, ma la risposta salutare, economica ed ecologica all’abitare.

Ne è prova anche la 11^ edizione di Legno&Edilizia, mostra internazionale sull’impiego del legno nell’edilizia in programma dal 7 al 10 febbraio 2019 alla Fiera di Verona che da sempre richiama l’attenzione degli operatori professionali e del grande pubblico sulle novità sull’utilizzo del legno nell’edilizia, evidenziandone le caratteristiche tecniche e di durabilità, di convenienza economica e soprattutto di sostenibilità e sicurezza.

Edilizia 4.0

“L’espressione chiave “edilizia 4.0” – sottolinea l’architetto Franco Laner, dell’Università IUAV di Venezia, uno dei massimi esperti sull’impiego del legno in edilizia che collabora con Legno&Edilizia sin dalla prima edizione – vuole sottolineare come anche nel comparto legno da costruzione siano in atto cambiamenti epocali governati dall’informatica e dalla robotizzazione che stanno radicalmente modificando gli scenari produttivi, il mercato, le modalità progettuali e costruttive. In particolare, il sempre più frequente ricorso ad ambienti di lavoro a controllo numerico sta prefigurando forti trasformazioni di molti step della filiera legno. Dal progetto, al cantiere, agli esiti costruttivi ed architettonici. Proprio nel settore della progettazione ed esecuzione dell’edilizia con il legno la fase 4.0 sta introducendo mentalità ed obiettivi da cui non si potrà prescindere fin d’ora e non è permessa l’attesa.”

Una nuova domanda di interconnessione

“A Legno&Edilizia sono presenti i principali produttori di macchine per la lavorazione a controllo numerico di elementi in legno da carpenteria, sui quali il nostro Paese è da sempre all’avanguardia, come CM Macchine, Essetre, Hundegger, SCM Group, Sarmax  – spiega Raul Barbieri direttore di Piemmeti Spa, società organizzatrice dell’evento – Questo indica l’attualità di questa manifestazione nel contribuire a leggere gli scenari nuovi per tutta la filiera legno. In particolare il cambio di paradigma illustrato dal professor Laner stimola una domanda di interconnessione sconosciuta nel progetto di edilizia.  Tutta la tradizione costruttiva dovrà per forza di cose evolvere.”

Formazione, dibattiti e i nuovi scenari del settore

“Le giornate convegnistiche e formative saranno strettamente connesse con la presentazione merceologica. – aggiunge il Presidente di Piemmeti Ado Rebuli. Essenze, strutture portanti, carpenteria, macchine e utensili, legno da lavoro e semilavorati, case prefabbricate in legno, sistemi di sicurezza, studi di progettazione e software, pareti in legno, pannelli e macchinari da segheria, e molto altro. Nella scorsa edizione i convegni hanno raccolto più di 1.300 iscritti. I seminari e le tavole rotonde saranno mirate ai nuovi ambiti di ricerca e sviluppo, all’aggiornamento professionale. Si prospetteranno nuovi scenari e figure di operatori e protagonisti di cui il nostro Paese è ricco”.

Legno&Edilizia, un’occasione da non mancare

Legno&Edilizia si annuncia per questo un buon motivo per avvicinare addetti ai lavori e utenti finali alle grandi opportunità offerte dal legno, e occasione per i costruttori tradizionali di convertirsi al legno come interessante opportunità di business. Un appuntamento da non mancare, dal 7 al 10 febbraio 2019 a Veronafiere.

I grattacieli di legno: più resistenti di acciaio e cemento, la nuova tendenza degli architetti

dal Corriere della Sera del 20 aprile 2018

Leggi l’articolo.

I grattacieli di legno: più resistenti di acciaio e cemento, la nuova tendenza degli architetti
Wooden skyscrapers (grattacieli in legno) possono raggiungere notevoli altezze grazie alle nuove tecnologie, verso metropoli sempre più green

New York City e Chicago sono state sempre i principali centri di costruzione di grattacieli, già dalla fine dell’ Ottocento a New York sorgono i primi Buildings con l’armatura in ghisa, sono i Cast Iron che si possono vedere ancora oggi nel quartiere di SoHo. Mentre a Chicago, dopo l’incendio del 1871 che aveva distrutto completamente il centro della città, si costruirono grattacieli con ossatura in acciaio, più resistente della ghisa. In quegli anni, la possibilità di impiegare materiali, all’epoca considerati nuovi, come la ghisa, l’acciaio e il vetro offrì ai progettisti prospettive prima impensabili.

Ma se nel Nord America questa nuova tipologia edilizia è stata la conseguenza della massiccia immigrazione che rese necessario pensare a un modello urbano che, in poco spazio, concentrasse edifici numerosi e molto alti, negli anni Settanta il grattacielo è stato eletto a status symbol internazionale della upper class. (clicca sul link iniziale per leggere l’intero articolo)

In 20.500 a Legno&Edilizia (+15%) – Anteprime e novità dal mondo delle costruzioni

Conclusa oggi in Fiera a Verona
In 20.500 a Legno&Edilizia (+15%)
Anteprime e novità dal mondo delle costruzioni

Con 20.500 visitatori, il 15% in più della scorsa edizione del 2015, alla Fiera di Verona si è chiusa oggi la 10^ Legno&Edilizia, mostra internazionale sull’impiego del legno nell’edilizia che dal 9 al 12 febbraio ha visto oltre 2.400 partecipanti ai 5 convegni, 26 seminari, 6 laboratori e 3 incontri con progettisti organizzati in collaborazione con il partner tecnico ARCA di Trento e col prof. Franco Laner dello IUAV, uno dei massimi esperti italiani delle costruzioni in legno: incontri che hanno messo a confronto le esperienze di docenti di primo piano come Felice Ragazzo professore a contratto di Disegno Industriale alla Sapienza di Roma ed Enzo Siviero preside dell’Università telematica eCampus.

“A professionisti del settore e privati l’esposizione merceologica su 25.000 mq curata da 153 aziende di 13 Paesi (Austria, Belgio, Croazia, Germania, Grecia, Hong Kong, Irlanda, Italia, Norvegia, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Svizzera) ha permesso di avvicinare le più interessanti novità del mercato mondiale, anche perché tra gli espositori c’era il gotha della produzione suddivisa nei macro settori infissi, tetti e coperture, pavimenti cui si è aggiunta la speciale iniziativa Riscaldamento a legna e pellet – spiega il direttore Piemmeti SpA Raul Barbieri ”.

“Grande la soddisfazione espressa dalle aziende per i contatti presi in questa edizione, prova della vitalità del settore delle costruzioni edili in legno cresciuto con oltre 3.000 nuovi edifici nel 2014 – commenta Ado Rebuli presidente Piemmeti SpA – tale da proiettare l’Italia al quarto posto in Europa tra i produttori di case prefabbricate in legno (8,4% del mercato dopo Germania, Gran Bretagna e Svezia) con un valore economico di 658 milioni di euro per il solo residenziale. Un segnale che indica come il legno sia sempre più preferito dagli italiani per le sue caratteristiche di salubrità, comfort, sicurezza e sostenibilità”.

“La grande affluenza in Fiera di progettisti e privati anche dal centro sud Italia – dice Matteo Mores responsabile ARCA – genera buone aspettative per il business dei prossimi mesi”.

Tra gli espositori anche la Scuola italiana di carpenteria del legno del Centro di formazione professionale Enaip di Tione (Tn) i cui studenti hanno effettuato dimostrazioni pratiche e presentato ufficialmente il Prototipo di modulo abitativo per emergenze. A proposito di anteprime il gruppo di esperti che in novembre ha dato vita al Gruppo Qualità Legno ne ha presentato il Manifesto, mentre Potito Pedone direttore tecnico della Woodsystem International srl di Moncalieri (To) ha illustrato il suo innovativo sistema di connessioni P-Lam per pareti in legno.

La decima edizione è stata anche occasione per dare un riconoscimento agli espositori presenti fin dal primo momento: Adveco di Brescia, l’austriaca Binderholz, le tedesche Dietrich’s e Hans Hundegger, l’Istituto Lazzeri Zennari di Vicenza e la rivista Il Legno.

Info www.legnoeedilizia.com